Le vergogne della Regione!!!

"Regione e sentimento" recano alcuni slogan elettorali, che campeggiano su manifesti giganti e inquinanti (visivamente perlomeno) il paesaggio cittadino e di tutta la Provincia. Ma se anziché agire "a sentimento", la Regione Puglia agisse usando anche la ragione (intesa come ben dell'intelletto e conseguenti capacità organizzative), oggi come oggi forse avremmo ricevuto il finanziamento a consuntivo, che ancora ci spetta dall'edizione 2008 di ComicCult.
Ma cosa è successo dall'ultimo post che abbiamo pubblicato?
A voi giudicare sull'opertato di certi signori: dopo l'ennesimo sollecito, oggi finalmente si sono degnati di darci qualche notizia in più sul finanziamento (che, ci era stato garantito, avrebbe dovuto essere liquidato a maggio 2009 e che a causa del ritardo ci ha causato gravi problemi di vario ordine e in particolare su un fido in conto corrente richiesto in occasione della fiera). Ci è stato risposto che la somma era già stata inviata... per raccomandata (???) il 21 febbraio ("o forse era il 23", non lo sapevano neppure loro). Meglio tardi che mai, verrebbe da dire, il fatto è che a noi non è giunto mai alcun avviso di raccomandata (né tanto meno i soldi), per cui abbiamo voluto vederci chiaro: abbiamo richiesto ai "cortesi quanto solleciti" (binomio imprescindibile in un ufficio pubblico) signori della segreteria dell'assessorato al Mediterraneo, i codici delle possibili raccomandate e ce ne hanno dati due, ma entrambi risultavano incompleti. Sempre "indagando" per conto nostro (perché una "gentile" signora, tra i "gentili" dell'ufficio, ha risposto "Noi non siamo le poste e non ci tocca fare il lavoro delle poste") abbiamo scoperto che la raccomandata è partita da Milano (pare che le richieste di pagamento di somme elevate debbano passare per un organo di controllo statale... e va bene... se è la procedura...) il 21 febbraio, per rimanere ferma a Bari, nell'ufficio postale, fino all'8 marzo, data in cui è stata rispedita... a Milano!!!
Del perché di tutto questo, nessuno sa darci risposta. Presumibilmente ora i soldi verranno rimandati direttamente alla Regione Puglia, dove vi rimarranno per chissà quanto ancora, finché non decideranno di rimetterli in pagamento! E intanto noi... aspettiamo, non senza il timore di averli perduti del tutto!
Domanda: ma gli interessi di mora e i disagi per la mancanza di liquidità, chi ce li risarcisce???

ComicCult vivrà?

Ovvero: ci sarà una nuova edizione della Fiera del fumetto del Grande Salento?
É una domanda che di recente ci rivolgono in molti con l'approssimarsi di dicembre, un anno esatto dalla prima edizione di ComicCult.
Editori, autori, appassionati e visitatori, rimasti soddisfatti e colpiti dalla prima edizione, continuano a esortarci, affinché si ripeta la magica esperienza del primo anno.
La volontà da parte nostra c'è tutta, ma detto in gran sincerità la situazione è questa:
Perché le iniziative culturali, anche importanti e di successo, non prendono piede in Puglia? Quesito leggittimo e risposta facilissima: perché le pubbliche amministrazioni non collaborano, non esortano e, al contrario, adottano dei comportamenti tali da far perdere gli entusiasmi.
Nella prima edizione, per dirla tutta, siamo stati molto colpiti della presenza (sebbene molto "risicata" e corredata da vari disguidi, imprevisti, difficoltà create, proposte andate a vuoto e rimedi dell'ultimo minuto) della Provincia di Lecce, l'unica ad aver attribuito a ComicCult una certa dignità e ad aver concesso qualcosa di più di un semplice patrocinio nominale. Anche della Regione Puglia eravamo rimasti sorpresi in positivo, poiché avevano premiato la nostra iniziativa con un finanziamento inaspettato e gradito (se pur parziale, rispetto all'intero budget previsionale) e soprattutto non "sponsorizzato" (leggasi tra le righe).
Ma questo finanziamento (con tanto di delibera), che andava attribuito a consuntivo, cioè a fine della fiera e previa presentazione di una complessa rendicontazione (che ci è stata fatta rifare decine di volte perché considerata incompleta, a fronte di un lacunoso regolamento) non è mai arrivato.
Va aggiunto che siamo andati e venuti da Bari in varie occasioni, per verificare che fine avesse fatto il nostro consuntivo (dopo un numero spropositato di telefonate a vuoto e rinvii ad appuntamenti telefonici, a cui puntualmente il referente mancava per qualche motivo). La risposta più ricorrente, udite udite... è stata "la vostra documentazione si è persa"!!!
Dopo averla prodotta per l'ennesima volta con integrazioni ulteriori, alla fine ci è stato comunicato: "La vostra richiesta di finanziamento a consuntivo è in pagamento".
Ma ancora oggi, trascorsi quasi due mesi dalla suddetta frase, niente. Senza contare che, per sostenere le spese della manifestazione, gli organizzatori hanno dovuto aprire un fido, che aveva a garanzia la delibera di finanziamento. Fido che è scaduto a causa dei ritardi dei signori della Regione, con conseguenze da tutti immaginabili!!!
Ora, cari amici di ComicCult, la situazione è questa e finché non sarà risolta, non potremo avventurarci in un nuovo proggetto di organizzazione della fiera. Che sia una fiera ben fatta s'intende e non una delle tante pullulanti nel Salento, con effetti screditanti sulle iniziative analoghe ma organizzate come si deve.
Benché di fatto vi sia l'idea (o meglio varie idee) quindi, la voglia e il possibile contributo organizzativo dello staff di Full Comics, anche quest'anno. Anzi, le due fiere dovrebbero essere gemellate in maniera più fattiva e concreta, anche in termini organizzativi e di sposorizzazione.
Speriamo che ciò presto avvenga. Siamo contenti dell'affetto dimostrato dai "fan" e amici di ComicCult, e per questo ci scusiamo della mancanza di notizie certe.
La vera domanda va quindi rivolta alle pubbliche amministrazioni pugliesi e salentine (per tacere della pietosa figura fatta dal Comune di Lecce e da qualche assessore saccente e privo di etica, con il mancato servizio navetta... ma credo che la situazione sia stata chiarita in altri post): "Ci sarà una nuova edizione di ComicCult"? Ai posteri... pardon ai funzionari l'ardua sentenza!!!